Una crema morbidissima, grazie alle sole “tegoline”, come qui in Furlandia chiamiamo i fagiolini. E’ la ricetta più semplice del mondo e sentirete che bontà: perché più la facciamo semplice, più tutto è buono e genuino. Anche perché è tutto cotto a vapore e poi frullato, con aggiunta di un goccio di olio di lino da frigo, pieno di omega 3 e 6, e con tutte le spettacolari proprietà nutrizionali della salvia. Per una bella pentolona 300 g circa di tegoline svariate rondelle di porro o cipolla qualche foglia di salvia olio evo, sale, pepe per decorare: una foglia di salvia e olio di linoLEGGI TUTTO

Questo piatto è merito di Simone, che l’ha preparato così al volo in una di queste calde, calde serate. L’unica cosa che dovete cuocere sono le melanzane. Per il resto è tutto freschissimo. Io mi prendo il merito di aver comprato le mozzarelline mignon di latte di capra al negozio biologico: sono buo-nis-si-me! Si possono però usare ovviamente anche altri formaggi freschi, oppure formaggi vegani per trasformare questo piatto in un antipasto interamente vegetale. Per comporre il piatto vi farà comodo aiutarvi con un coppapasta rotondo e piuttosto alto. Procedete così (dosi per due, poi moltiplicate voi): 2/3 fogli di pane carasau (noi abbiamo sceltoLEGGI TUTTO

L’altro giorno abbiamo comprato la pasta fresca indovinate dove? Da “La Pasta Fresca” di Fagagna! Si chiama proprio così (e non potete sbagliare) questo delizioso negozietto vicino alla piazza del mio paesello, dove i proprietari preparano ogni leccornia pastesca dei vostri desideri, dalle tagliatelle ai tortelli alla pasta per le lasagne agli gnocchi e hanno anche una selezione di prodotti speciali e biologici di alta qualità. Insomma, se passate per Fagagna, una tappa è d’obbligo. Noi abbiamo scelto le tagliatelle integrali, che si sono rivelate una delizia piena di sapore. A loro abbiamo abbinato un sughetto di peperoni verdi, zafferano e origano fresco, a cuiLEGGI TUTTO

È un pasticcio, sì… ma è buonissimo! È fatto con le zucchine ed è ripieno di altre verdure di stagione, erbe aromatiche e insaporito con del formaggio olandese (una mia debolezza, non so perché ma lo adoro). Si può fare ovviamente e facilissimamente anche in versione vegana: basta sostituire il formaggio con una spolverata di mandorle polverizzate con lievito alimentare in scaglie oppure con formaggi vegetali preferibilmente filanti. Per una teglia di pasticcio (4-6 porzioni a seconda delle bocjutis – delle boccucce! 😀 – e della fame): 2 zucchine grandi (vedete poi voi quanto serve man mano) 300 g di pomodori datterini o ciliegini qualcheLEGGI TUTTO