Questa piccola, originale e facilissima delizia mi è arrivata sottomano grazie ai bravissimi di Vegolosi: idea super quella di abbinare l’aroma pungente dello zafferano alla cremosità della pannacotta, tra l’altro veg perché interamente vegetale, preparata con la panna di soia. Ho riprodotto, rielaborando leggermente, la loro ricetta, aggiungendo pure un po’ di vaniglia, una gelée ai frutti di bosco e del cioccolato fondente e vi posso confermare che è piaciuta proprio a tutti: l’ho testata in una cena in cui l’unica “erbivor”a ero io… ma l’hanno sbafata tutti volentieri! 😉

Con queste porzioni vi vegono circa 12 porzioni, bicchierini o stampini rigidi da muffin (singoli). Vi consiglio di non esagerare con le dosi, perché se pur è di soia… è sempre PANNA, rega’!

Per la pannacotta:

  • 400 ml di panna di soia
  • 500 ml di latte vegetale (io di riso)
  • 50 g circa di zucchero integrale di canna (assaggiate e regolate finché vi piace)
  • 1 cucchiaino di agar agar
  • 1 bustina di zafferano
  • un cucchiaino di polvere di vaniglia (il contenuto di almeno 2 baccelli) o un cucchiaio di estratto di vaniglia homema

Per la gelée i frutti di bosco

  • 100 g di zucchero di canna
  • 150 g di frutti di bosco
  • succo di 1 limone
  • vaniglia qb (come sopra)
  • circa 1 bicchiere di acqua acqua
  • agar agar 1 cucchiaino

Mettete in un pentolino la panna e il latte e scaldate a fuoco lento, quindi aggiungete lo zucchero, la vaniglia e lo zafferano. Assaggiate ed eventualmente regolate in dolcezza. Portate a bollore e prelevate mezzo bicchierino di panna-latte bollente per sciogliere l’agar agar in un bicchierino. Mescolate l’agar agar velocemente e riversate tutto nel pentolino, continuando a mescolare per circa 1 minuto. Versate il composto nelle formine scelte, aspettate che raffreddi e poi mettete in frigo.

Per i bicchierini io ho scelto l’effetto “diagonale”: basta appoggiare i bicchierini su una teglia, in modo che li tenga inclinati, versare la panna dal pentolino e lasciare che raffreddino così, sempre inclinati. Per gli stampini non avrete problemi di equilibrio 🙂

Quindi preparate la salsa velocissimamente: versate zucchero e succo di limone in un pentolino e fate sciogliere. Dopo circa 1 minuto aggiungete i frutti di bosco surgelati e la vaniglia e mescolate. In poca acqua bollente sciogliete l’agar agar e aggiungetelo ai frutti, facendo bollire per 1 altro minuto. Quindi togliete dal fuoco e frullate tutto. Se volete, potete filtrare dai semini la salsa oppure lasciare così (io ho lasciato così). Versate sopra la pannacotta che nel frattempo si è raffreddata (quindi anche per i bicchierini, rimettendoli in verticale).

Quindi mettete in frigorifero per almeno 2 ore prima di servire, magari grattugiando sul piatto un bel po’ di cioccolato fondente e scorzette d’arancia una volta che avrete sformato gli stampini (o sopra i bicchierini se volete).

***

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *