Categoria: vegano

Ancora una torta all’arancia? Eccerto! Ho mille tonnellate di arance naturalissime e deliziose (courtesy of i mitici di Arance Mammana, ça va sans dire), vuoi che ne non sforni a go go? Bene, questa però è proprio una ricetta speciale, perché è di una bontà sorprendente e dell’arancia si usa proprio tutto. Sì, anche la buccia. Il risultato è una torta o, meglio, un pan d’arancio sofficissimo e con una spettacolare gradazione di umidità e con il gusto completo del frutto. La ricetta l’ho copiata senza ritegno dai super bravi di Vegolosi, che sono i migliori per tutto il mondo della cucina vegan. L’ho leggermente personalizzata e ci ho aggiunto una morbida glassa al cioccolato, perché non ne ho mai abbastanza! 😉LEGGI TUTTO

Arancia bio. Due cioccolati: fondente e bianco in gocce. Una torta vegana all’acqua, quindi leggerissima e ancora più facile e veloce da preparare. Pronti? Vi servono: 300 g di farina integrale 150 g di zucchero di canna 200 ml circa di acqua tiepida buccia grattugiata di un’arancia e circa 200 ml succo qualche cucchiaiata di gocce di cioccolato bianco (più altre per la decorazione) 80 ml di olio di riso (o altro olio vegetale leggero) 1 bustina di lievito per dolci 1 pizzico di sale 1 cucchiaio di estratto di vaniglia (o una bacca e un po’ di rum) 60 g circa di cioccolato fondenteLEGGI TUTTO

polpettine cencecicin di ceci al forno

Successo tra erbivori e carnivori, sono facilissime, queste polpettine cencecicin di ceci al forno! Vi propongo due versioni della ricetta, entrambe vegane, ma una anche senza glutine. Sono entrambe deliziose e non sentirete praticamente differenza fra l’una e l’altra a livello di gustoLEGGI TUTTO

Questo farro servito nei bicchierini è fatto con pomodorini secchi, olive, ceci e  un pesto di rucola e mandorle, tutto vegetale, per ricordarci l’estate anche nei mesi freddi. Si può servire caldo con il pesto freddo oppure tutto freddo, per un antipasto saporito e irresistibile. Ingredienti per 6 persone: 300 g di farro due manciate di pomodorini secchi un vasetto di ceci lessati o comunque circa 250 g di ceci lessati 5-6 cucchiai di olive taggiasche denocciolate qualche rotella di porro o mezza cipolla piccola 150 g di rucola 70 g di mandorle 1 cucchiaio abbondante di lievito alimentare in scaglie sale e pepe qbLEGGI TUTTO

Sapete che noi usiamo il più possibile il riso integrale, anche per fare il risotto, no? Si sta un po’di più a farlo cuocere, ma ne vale la pena, per le proprietà nutrizionali e poi perché il chicco resta sempre bello tosto, come piace a noi. E in questa versione ci sta divinamente: con zucca e una spolverata lieve di cannella e con tanti funghi “on top”, un po’ piccantini. Per 3 persone: riso integrale bio 210 g 300/350 g di zucca violina (peso al netto della scorza) 200-250 g di funghi (noi prataioli e pioppini) un pizzico di cannella in polvere rosmarino olio evo,LEGGI TUTTO

Anche chi è cence cicin ha diritto alle gioie del ragù! E io le ho trovate nelle conchiglie integrali, perché lo raccolgono perfettamente e ne esaltano il sapore delizioso. Questo lo dovete proprio provare: perché è un ragù vegetale, fatto con il macinato o granulare di soia, praticissimo e davvero supersonico. La pasta vi diventa non solo un primo, ma un sostanzioso piatto unico, visto che ha anche tutte le proteine della soia. Per la pasta: scegliete voi, ma vi consiglio le conchiglie integrali. Per il ragù: vi consiglio di farne tanto e poi di mettere in freezer quello che avanza. Sarà praticissimo da utilizzareLEGGI TUTTO

Vi ricordate la torre ballerina versione estiva? Ebbene, eccovene una giusta per questa stagione fredda, con carasau, sì, ma con radicchio tardivo e formaggio, vegetale o tradizionale (vi consiglierei un pecorino). Sono facilissime da preparare: basta avere un coppapasta rotondo abbastanza alto (o tanti quanti sono i vostri commensali, se volete far prima) Per 5 persone: 4-5 fogli di pane carasau 900 g circa di radicchio rosso tardivo qualche cucchiaio di salsa di soia 1 confezione di mozzarelline vegetale (di soia o di riso, tipo) o pecorino per la versione vegetariana olio, sale, pepe, rosmarino Pulite il radicchio, privatelo della punta dura e tagliate leLEGGI TUTTO

Mi hanno regalato delle bellissime tagliatelle integrali alla canapa e avevo in casa giusto due ingredienti dolci da abbinarci alla perfezione per calibrarne il sapore particolare: zucca e patata viola. Dunque ecco la ricetta, con le due verdure in crema e a dadini croccanti. Una cosa “divina”, come diciamo noi dell’Ottocento! Per 2 persone vi servono: tagliatelle integrali alla canapa (o anche normali, ma vi consiglio di provare la canapa) 250 g di zucca circa 1 patata viola grandina qualche rotella di porro olio, sale, pepe, rosmarino un paio di cucchiai di salsa di soia Tagliate a dadoni 180-200 g di zucca e 100 diLEGGI TUTTO

Come scalda un brodino… niente e nessuno! Se volete fare di lui un piatto unico vegano, completo ed equilibrato, non vi resta che aggiungerci delle semplici bontà, tipo? Stelline integrali, broccoli e lenticchie beluga! Pronti che si va! Per ogni porzione circa 600-700 g d’acqua 1 dado vegetale bio senza lieviti e senza altre schifezze (se non avete tempo di prepararvi un rapido brodo vegetale con porro, carota, sedano e finocchio, tipo) le cimette di mezzo broccolo 50 g di pasta “stelline” 50 g di lenticchie beluga (quelle nere che si cuociono velocemente) Per preparare le lenticchie: curry, curcuma, zenzero, porro o cipolla, mezza carota,LEGGI TUTTO

Questa piccola, originale e facilissima delizia mi è arrivata sottomano grazie ai bravissimi di Vegolosi: idea super quella di abbinare l’aroma pungente dello zafferano alla cremosità della pannacotta, tra l’altro veg perché interamente vegetale, preparata con la panna di soia. Ho riprodotto, rielaborando leggermente, la loro ricetta, aggiungendo pure un po’ di vaniglia, una gelée ai frutti di bosco e del cioccolato fondente e vi posso confermare che è piaciuta proprio a tutti: l’ho testata in una cena in cui l’unica “erbivor”a ero io… ma l’hanno sbafata tutti volentieri! 😉 Con queste porzioni vi vegono circa 12 porzioni, bicchierini o stampini rigidi da muffin (singoli).LEGGI TUTTO

Un dolce speciale, con deliziosi e insoliti sapori, dal caldo avvolgente di nocciole e cacao al fresco/acido dei frutti di bosco, al dolce sofficioso del pan di spagna. Tutto vegano e tutto realizzato richiamando la bellissima ricetta proposta da Davide Larise nel corso che ho frequentato nel 2017 a Milano, sotto la sua esperta guida. Là l’avevamo realizzato in monoporzioni – e basta “carotare” il pan di spagna con un coppapasta, più volte. Qui vi passo la ricetta nella versione da me modificata e realizzata, con una tortiera con cerniera piccola (18/20 cm di diametro): sarà sufficiente per sfamare 6-8 persone. N.B.: Per la cremaLEGGI TUTTO

Preambolo: io non amo il tofu. Però? Però: comprendo che ha molte potenzialità di applicazione. essendo insapore, può essere “pimpato” alla grande con erbe aromatiche, spezie e la qualunque Quindi ho voluto metterlo alla prova, sapendo di avere con me due alleati infallibili per un sapore bunissimo, anzi tre: innanzitutto il profumatissimo basilico, quindi il prestante cavolo nero e infine, pur a parte, ma nello stesso piatto, il sughetto di pomodorini fatto con le nostre manine quest’estate. E quindi? E quindi, questa pasta è venuta proprio originale e slurposa! 😛 Dai, non fate i ritrosi: provate anche voi. Give tofu a chance! Ingredienti per 2 porzioniLEGGI TUTTO

Questo cuscus si prepara così velocemente… che vorrete farne subito un altro! Dovete solo coordinare un po’ di padelle, ma sarà un gioco da ragazzi. 😉 Ha tanti sapori buoni di questo periodo: broccoli colorati, cavolo nero, carotine, ma anche ceci, pomodorini secchi e zenzero. E sto più io a scriverlo che voi a prepararlo, garantito! 😉 Per 3/4 persone: 120 g di cuscus integrale 1 broccolo abbastanza grande 5-6 foglie di cavolo nero 120 g ceci lessati 1 carota 1 zucchina 1 manciata di pomodori secchi 1 cubetto di zenzero fresco (circa 2 cm di lato) qualche rotella di cipolla o di porro acquaLEGGI TUTTO

Questa è proprio una torta buonerrima, ma è davvero cence nuje, senza niente, con quattro ingredienti in croce, però tutti di qualità. E poi… cosa dico semplice? Semplicisssssima! E tra i vari senza (senza latte, senza burro, senza uova…) è pure senza zucchero! Eh, sì. Perché a dolcificarla c’è una purea di mele buonissima, dell’Achillea, che ho trovato da NaturaSì (ma che potete anche preparare a casa frullando svariate polpe di mela).  Pronti, che la facciamo in 5 minuti.LEGGI TUTTO