wp-1520515833317561381332.jpg

Semplicissima ma sfiziosissima bontà, che sembra anche un po’ fighetta, ahah, quindi se dovete fare bella figura con niente… eccola!

È poi completamente vegetale e integrale.

Per 2 persone:

  • 200 g di pasta: consiglio sempre quella integrale, qui ho scelto fettuccine
  • 3 arance naturali piccole (o 2 grandi) – succo e buccia (io ho ancora quelle sicule spettacolari ordinate ai miei amici di Arance Mammana)
  • un cubettino di circa 2 cm di lato di zenzero fresco
  • 3 cucchiai di salsa di soia
  • sale, pepe
  • semi di sesamo
  • opzionale, per decorare: scorzette d’arancia essiccate, curry

Mettete a bollire l’acqua salata per la pasta.

Quindi preparate il sugo.

Lavate bene la buccia delle arance e grattugiatela (con la grattugia a fori piccoli tipo questa) in un piattino.

Quindi spremetene il succo.

Grattugiate finemente anche lo zenzero e mettetelo assieme alla buccia d’arancia grattugiata.

Scaldate un po’ d’olio in una padella da sugo e quando è caldo tuffateci dentro il trito di buccia d’arancia e zenzero e fate soffriggere delicatamente per un minutino o poco più. Quindi versate il succo d’arancia in padella e la salsa di soia e fate sobbollire a fuoco basso finché comincia a ridursi e ad addensarsi leggermente. Regolate di sale e pepe ed è pronto!

Buttate la pasta scelta nell’acqua quando bolle e fatela cuocere al dente, quindi scolatela e buttatela in padella con il sugo e fate saltare qualche minuto.

Impiattatela a vostro piacere, cospargendola di semi di sesamo. Se volete un tocco in più potete spolverizzare con le scorzette di arancia essiccata preparate precedentemente (qui la mia ricetta) e con poco curry qua e là, per dare alla pasta una lieve nota orientale.

***

 

 

 

 

Nessun commento

  1. Autore

    Grazie! Poi questa facilissima, che fa fare bella figura con “niente” 😉 E poi buooooona, l’arancia!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.