20180127_202646869115068.jpg

Avevo comprato la semola di grano duro per fare la pasta e l’ho finita per il pane! L’ho sperimentato in questi giorni ed è buonissimo, sia per accompagnare cibi salati sia per accompagnare una dolce crema spalmabile alla nocciola. Insomma: è buonissimo sempre. 🙂

L’ho fatto così:

  • 500 g semola di grano duro
  • 20 g lievito madre essiccato (usatene la quantità indicata sulla vostra confezione, perché può variare da un tipo all’altro)
  • 1 cucchiaino di malto d’orzo
  • acqua tiepida qb
  • 10 g di sale

Mescolate la semola con il lievito madre e poi cominciate ad aggiungere acqua tiepida poco alla volta e a impastare. Quando si comincia ad amalgamare aggiungete un cucchiaino di malto e quando si è formato un bel panetto umido ed elastico aggiungete il sale (assaggiate per capire se vi basta altrimenti correggete leggermente).

Quindi formate una palla e mettetela a lievitare in una terrina infarinata (sempre di semola) e coperta di un panno umido.

20180127_1210101429103639.jpg

Alla fine io l’ho lasciata lievitare 6-7 ore, quindi ho ripreso il panetto che era ben più che raddoppiato, l’ho rovesciato su una superficie ben infarinata (sempre di semola) e con dolcezza l’ho ricompattato e gli ho dato la forma di una palla, ben cosparsa di semola in superficie.

A questo punto l’ho disposta in una tortiera tonda che avevo rivestito con della carta forno e l’ho incisa a croce sulla superficie. Ancora mezz’oretta/un’oretta di lievitazione e quindi ho acceso il forno a 230°.

Quando il forno era a temperatura, ci ho inserito la tortiera con il pane e l’ho fatto cuocere 10 minuti a 230°, quindi ho abbassato a 180° e lasciato cuocere altri 15/20 minuti, affiancando la tortiera a una scodellina colma d’acqua, che aiuta a dorare la superficie.

Controllate i tempi: quando la superficie è bella soda, colorata e croccante, il pane è pronto: io l’ho provato la sera stessa con del radicchio tardivo spadellato con olive e la mattina successiva a colazione con una golosissima nocciolata. Me-ra-vi-glia!

***

 

 

Nessun commento


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.