wp-15215610468811466105027.jpg

È una pizza ma anche una focaccia. E ha una parvenza e una freschezza tutte primaverili, con un delizioso aroma di prezzemolo nell’impasto. Pronti per prepararla? Via!

  • 150 semola di grano duro
  • 150 farina 1
  • 200 farina 2
  • prezzemolo essiccato (3 cucchiai abbondanti)
  • 30 g d’olio extravergine d’oliva
  • lievito secco 9-10 g
  • 1 cucchiaino di malto
  • 8-10 g sale
  • 350 ml d’acqua tiepida circa

Per la farcitura:

  • passata di pomodoro 200 g circa
  • olio, sale, pepe qb
  • origano, maggiorana e rosmarino tritato
  • pecorino tagliato a scagliette (opzionale e da aggiungere dopo la cottura)
  • misticanza con insalatina, rucola e spinacini (dopo la cottura)

Che impastiate a mano o con l’impastatrice poco importa: mettete insieme le farine, il lievito, il malto e il prezzemolo e misceltate per bene. Aggiungete l’olio e cominciate  versare l’acqua tiepida un po’ per volta, cominciando a impastare.  Quando l’impasto è bello morbido ed elastico aggiungete il sale e impastate ancora per amalgamare tutto. Se volete aggiungete ancora prezzemolo: a vostro gusto decidete se volete l’impasto più o meno carico.

Date all’impasto la forma di una palla, infarinate una terrina e depositatela lì. Inumidite un panno e coprite la terrina. Lasciate lievitare almeno 2 ore e mezza, finché sarà almeno raddoppiata di volume: io l’ho lasciata 6 ore, per dire. Quindi l’ho rovesciata su piano di lavoro precedentemente infarinato e delicatamente l’ho rilavorata con le mani e poi l’ho stesa con un mattarello per poi adagiarla nella teglia del forno, coperta di carta-forno. Quindi l’ho lasciata rilievitare nuovamente, per un’altra oretta almeno.

wp-15215610456301478105336.jpg

A questo punto ho acceso il forno a 230°.

Ho mescolato la passata con olio sale e pepe e l’ho stesa sulla superficie della pizza, quindi ho spolverizzato di origano, maggiorana e rosmarino e l’ho infilata nel forno caldissimo. L’ho cotta per 15-20 minuti, finché si è gonfiata ancora e si è formata una bella crosticina croccante (controllate e “bussate” il bordo della pasta: quando fa un bel “noc noc” ed è dorata è praticamente pronta.

Alla fine basta farcirla. Mentre cuore avrete tagliato a scaglie il pecorino, che potete distribuire sulla superficie della pizza appena la togliete dal forno. Quindi sopra qualche bella manciata di insalatina, spinacini e rucola, un goccio d’olio e una spruzzatina di sale… e via che si taglia e si sbafa a volontà!

***

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.