balletto (Pagina 2)

È una delle cose più buone, facili e più versatili che possiate preparare, da mangiare così o da abbinare ai vostri dolci al cucchiaio o alle vostre colazioni. Il crunchy è proprio il top e ci mettete in tutto poco più di mezzora se proprio andate lenti: 15 minuti di preparazione e una ventina in forno. Io uso come base la ricetta che ho imparato al Tiglio di Moruzzo, con il mitico chef Max Noacco, con alcune mie variazioni sul tema. Le quantità sono abbastanza indicative: potete anche fare più-o-meno-circa a seconda dei vostri gusti. Questo è glutenfree, ma se non siete allergici o intollerantiLEGGI TUTTO

Sono tanto nutrienti e con gusti così vari che possono accompagnare le vostre cene o anche essere la vostra cena. Sono leggere e insieme saporitissime. Procuratevi: una ventina di melanzane perline (quelle piccole, allungate e sfumate) una ventina di pomodori maturi olive 250 g di piselli freschi (sono circa 500 g col baccello) zucchine (se volete verdi e gialle) 5-6 olio, sale, pepe e spezie varie: curry (per i piselli), zenzero e curcuma (per le zucchine), timo (per zucchine, pomodori e olive) e origano (per i pomodori e le olive) Strumenti: coltello per verdure mandolina per le zucchine forno per cuocere tutto tranne i piselliLEGGI TUTTO

Cencecicins! Settimana di intenso lavoro più weekend in Croazia… e vi ho abbandonati! Ma eccomi di nuovo qui con una ricettina che mi farà perdonare – me lo dico da sola! 🙂 È facilissima, deliziosa, perfetta per il vostro aperitivo, che potete preparare in 15 minutini. Ecco che cosa vi serve per il mio hummus color sole (con queste dosi fate un bell’aperitivo in 4, aggiungendoci anche dei crackerini): una lattina di ceci bio già cotti (250 g circa) un cucchiaio abbondante di tahina scorza di limone succo di mezzo limone sale, pepe, curcuma olio evo versato a filo 3-4 cucchiai acqua: 2 cucchiai (seLEGGI TUTTO

  Meditazione mediterranea. Un cuscus velocissimo da preparare. Decorato con due anacardi che si inseguono con yin e yang. Un vero pasto pranzo in armonia con l’universo [gong!] 🙂 Per 3 persone (anche per 2: io ne faccio sempre di più perché si fa il bis o si “ricicla” per i pasti successivi) 200 g di couscous (questa volta ho usato Alce Nero di grano integrale, ma potete variare) 2 melanzane grandine svariate foglie di basilico sale, pepe, timo, zenzero in polvere, olio evo curcuma pepe e olio per il cuscus Mettiamo a bollire dell’acqua in un pentolino con un cucchiaino di sale grosso (bastaLEGGI TUTTO

Quante fragole sto mangiando quest’anno? Vagoni! Per questa ricetta, mi sono ispirata a una bella ricetta di giallozafferano, che però proponeva dei cheesecake, per trasformare i miei vasetti in una bontà a tutta fragola e cioccolato. Con una sorta di budino/crema pasticcera e una base biscotto. Per 6 vasetti: Base: 10-12 biscotti integrali di dimensioni medie 4-5 cucchiai di olio di cocco (sciolto) Opzionale: Se vi avanza della crema dei mini cheesecake, potete inserirla qui, ma è assolutamente non necessario. A me avanzava un po’ e quindi l’ho aggiunta in alcuni di questi vasetti, ma erano buonissimi anche quelli senza Crema: 20 g di amidoLEGGI TUTTO

Ah, mangiare solo verdure, che tristezza! L’ho già detto? Cerrrto che sì. Ma eccovene un altro esempio, come sempre da leccarsi la punta del naso (se e siete capaci vi invidio). Bello vero? Le istruzioni per l’uso – e l’abuso – sotto la foto, ça va sans dire… Eccoci, per 4 persone: Per il “punto”: 1 latta di fagiolini neri bio (250 g circa) 1 latta di ceci bio 2 zucchine 2 peperoni verdi sesamo (nero fa più contrasto) olio, sale, pepe, curcuma, curry, basilico fresco sminuzzato, timo Per il “tratto”: una cofana di cicoria (3 cesponi circa) olio, sale, peperoncino + aglio (opzionale) PerLEGGI TUTTO

È tutto rosso!!! Per due persone prendete 3 mele bio 2 barbabietole rosse tante fragole zenzero fresco (tagliatene un cubetto di pochi centimetri) un paio di cucchiaini di semi di chia Lavate bene la frutta e la verdura. Lasciate intatte un paio di fragole e tagliate il resto a pezzetti per farlo passare senza problemi nell’estrattore… e via! Estraete tutto senza posa! Mescolate, servite nei bicchieri, spolverizzate con i semini di chia in superficie e decorate, se vi va, incidendo una fragola in lunghezza e appoggiandola a bordo bicchiere. *** È tutto così rosso che… scelgo come abbinamento L’uccello di fuoco della premiata ditta “primo-novecentesca”LEGGI TUTTO

Valida alternativa ai tortoni da combattimento, ecco spuntare dei mini-cheesecake. E sono nocheese, ma fatti con la nostra bella crema di anacardi e cocco. Con aggiunta di fragole e ganache piccante. Fatti e sbafati  è un tutt’uno! Io vi metto le dosi che ho fatto io: ve ne vengono almeno 12 come lo stampo dei muffin. Ovviamente avanza dell’impasto, con cui potrete farne altri se avete altri stampini da muffin o comporne un paio in barattolo. Base: 12 biscotti integrali veg al cocco (o normali, cambierà un pochino il sapore) 2 cucchiai di avena 4 cucchiai di olio di cocco Crema: 200 g di anacardiLEGGI TUTTO

Pasticcio? Sì, ma di lenticchie! Ho provato queste nuove lasagnette verdi qui a destra: hanno un sapore superdelicato – ma se non volete provare, usate pure quelle a cui siete abituati (però io vi consiglio vivamente di osare). Per una teglia (4 strati): 2 bottiglie di passata di pomodoro (550 g+500g). Io ho scelto queste bio 1 confezione di pasta da lasagne 4 zucchine medio-piccole basilico tritato, pepe, peperoncino, sale, olio evo e aglio o cipolla di base se siete abituati a fare un soffrittino formaggio grana/pecorino oppure un’alternativa vegana che io ho preparato frullando 100 g di mandorle, 5 cucchiai di lievito alimentare inLEGGI TUTTO

Con questa torta festeggio una delle più grandi ballerine di questi tempi, che oggi darà l’addio alle scene: Zenaida Yanowsky. Poi, più sotto, ve ne parlo. Intanto la ricetta di questa no-cheese cake, un nuovo esperimento che sfrutta la presenza di deliziosi frutti di bosco – e non solo. Per questa torta non vi serve il forno. È semi-raw: l’unica cosa che ho cotto è stato lo strato superiore di “marmellata” di frutta. È anche senza farine e senza glutine se usate il grano saraceno soffiato per la base. È una goduria totale, fresca e golosa insieme. Vi basta una tortiera con cerniera piccola (suiLEGGI TUTTO

Se pensate che mangiare solo verdure sia triste, significa quanto meno che non avete mai provato questo piatto. Che può essere un contorno bello nutriente o un piatto unico. Che può altrimenti accompagnare un riso venere o un couscous o un grano saraceno, per esempio. Che può pure diventare, se non finito, il sugo di una pasta integrale (come è successo a me il giorno dopo, avendone cucinato una tonnellata la sera per cena). 3 melanzane medie 2 zucchine verdi e 2 zucchine gialle (sennò tutte verdi al va ben istès!) 3 piccoli peperoni una quindicina di pomodori datterini varie spezie: curry, curcuma, zenzero, timo, menta,LEGGI TUTTO

Una crostata veramente lussuriosa, che non ha bisogno del forno pur avendo più strati diversi: base+lati croccante e saportia, una crema di limone e vaniglia fatta sul fornello, uno strato di fragole e infine una ricchissima ganache cioccolato e latte di cocco. E sopra? Un ghirigoro scritto… con la punta di una fragola! è vegan se usate biscotti vegani e cioccolato vegano è dairyfree perché non ci sono uova e il latte è di cocco diventa glutenfree se state attenti a usare biscotti glutenfree o se non li mettete proprio usando i sostituti che vi indico tra gli ingredienti è grainfree perché non ha farina, di alcun tipoLEGGI TUTTO

Anche questo va preparato la sera ed è solo una piccola variante del mio classico pudding primaverile con le fragole. Per 2 vasetti (quelli da marmellata, per intenderci) vi servono una manciata di lamponi 6-7 ciliegie 7-8 fragole 8 cucchiaini d’avena (fiocchi semplici non zuccherati) 2 cucchiai di semi di lino (mezzo e mezzo per i due strati di frutta e 1 intero nell’avena) Succo di limone da smezzare tra primo e ultimo strato di frutta scorza di limone (sempre da smezzare tra le due “frutte”) 4 cucchiaini di semi di chia (1 e 1 per la frutta e 2 per l’avena) una spolverata diLEGGI TUTTO

Il tricolore è quello della Lituania circa, fatto con zucchine verdi, gialle e con i pomodori secchi. Più Nordest di così? Allora, per 2-3 persone vi servono: 2 zucchine gialle 1 zucchina verde media mezza cipolla (facoltativa) una manciata di pomodori secchi 260 g di avena integrale sale, pepe, menta, timo, basilico, olio evo Mettete a bollire l’acqua con il sale grosso e seguite le istruzioni di cottura sulla confezione della vostra avena. Normalmente si fa come la pasta: quando l’acqua bolle, tuffateci l’avena e fatela cuocere per 20 minuti, per poi scolarla con un colino a maglie strette – visto che ha una consistenza circa aLEGGI TUTTO

Fa proprio caldo in questi giorni. E ci sono i peperoni!!! Allora, per non appesantirci troppo, ma per fare una cena sostanziosa, equilibrata e gustosona, possiamo prepararci questa zuppa, buonissima anche se la lasciate raffreddare un po’. Per 4 persone 2 latte di ceci (circa 500 g) 2 peperoni medi brodo vegetale/dado vegetale bio curcuma, curry, timo, pepe, sale, olio extravergine d’oliva Se i ceci sono quelli in lattina, sciacquateli sotto l’acqua corrente. Scaldate una pentola da minestra con un po’ d’olio sul fondo. Se volete, aggiungete qui della cipolla tritata (io di solito non la uso perché a casa non piace tanto, ma ve laLEGGI TUTTO

Per questa ricetta, mi sono ispirata a quella bellissima trovata sul libro Vegano Gourmand, di Martino Beria e Antonia Mattiello. Come sempre, ci ho messo le mie mani e l’ho cambiata in base anche alle cosette buone che avevo in dispensa. Non ho usato farina semi-integrale bensì di grano saraceno (che è gluten-free), non ho usato le mandorle ma le nocciole, al posto del latte di soia ho usato quello di mandorle e come “zucchero” ho usato lo sciroppo d’acero e quello d’agave per dargli quel gusto un po’ “affumicato” tipico. Inoltre ho fatto delle aggiunte mie, tipo l’amaranto e le scaglie di cocco, nonché l’aggiunta delle fragole allaLEGGI TUTTO

Se vi è avanzato un ultimo cavolfiore, potete farne una cosa spettacolare con questa ricetta rapida, per un contorno / secondo vegano molto originale. Mi sono ispirata a questa bella idea di Vegolosi, che ho personalizzato a modo mio. Vi serve: un cavolfiore medio 150 g di Yogurt di soia non zuccherato né vanigliato una cipolla piccola un cucchiaino colmo di burro d’arachidi la scorza grattugiata di un limone spezie a profusione: curry, curcuma, pepe, sale, olio, timo, zenzero, cardamomo (se vi manca qualcuno di questi, non preoccupatevi, va bene lo stesso) Rassicuro chi non mangia cipolla: una volta cotta davvero non vi si riproporrà. NonLEGGI TUTTO

Un altro no-cheesecake cremosissimo e con le prime ciliegie, perfetto per il weekend. Ha solo bisogno di pazienza, perché per il resto è molto facile. Avrete bisogno di una tortiera con cerniera e farete lavorare molto il vostro robot da cucina/tritatutto. Per la base: 100 g di datteri medjool 150 g di nocciole 2 cucchiai di amaranto soffiato (o avena, comunque un cereale soffiato di dimensioni minime) 1 cucchiaio raso di olio di cocco 2 cucchiai di cacao amaro Per la crema: 150 g di anacardi lasciati a mollo per circa 8 ore (o almeno 2 ore in acqua bollente) un pizzico di sale una lattina diLEGGI TUTTO

Come si fa? Ma con l’orsetto, ovviamente! Tutto quello che dovete fare è procurarvi uno stampo orsetto, di silicone o come vi pare. Tipo questo, solo per darvi un’idea. Ah, e un cavolfiore, ovviamente 😉 Aggiungeteci pure dei 5-6 pomodori ciliegino e 3 pomodori secchi Erbe e spezie a vostro piacere (poi vi indico le “mie”) Questo antipasto o contorno è bello da vedere e gustosissimo da pappare. E tra l’altro, è: vegano senza glutine senza farinacei Che volete di più? Che balli? Provvederemo anche a questo, a fondo post (siete i soliti pretenziosi! 😉 ). Lavate bene il cavolfiore. Privatelo delle foglie (che potete usare per completareLEGGI TUTTO

Che roba facile, che roba Cence nuje, che roba deliziosa! Praticamente due ingredienti: 2 melanzane (io ho trovato queste belle striate, quindi non troppo grandi) salsa di pomodoro (io ho trovato una salsa bio senza zucchero: controllate l’etichetta, ve lo mettono quasi sempre quel cacchio di zucchero!) Il resto sono solo erbette, sale, pepe, olio d’oliva e peperoncino Potrebbe andare bene come piccolo aperitivo per 4 persone, pensando di dare due torrette a testa. Io vi consiglio di farne in abbondanza, di più di queste dosì, ché un bis non sarà inusuale! Tra l’altro è senza farinacei, è gluten-free, vegano (se non volete aggiungerci il formaggio sopra, cheLEGGI TUTTO