cavolo nero

Preambolo: io non amo il tofu. Però? Però: comprendo che ha molte potenzialità di applicazione. essendo insapore, può essere “pimpato” alla grande con erbe aromatiche, spezie e la qualunque Quindi ho voluto metterlo alla prova, sapendo di avere con me due alleati infallibili per un sapore bunissimo, anzi tre: innanzitutto il profumatissimo basilico, quindi il prestante cavolo nero e infine, pur a parte, ma nello stesso piatto, il sughetto di pomodorini fatto con le nostre manine quest’estate. E quindi? E quindi, questa pasta è venuta proprio originale e slurposa! 😛 Dai, non fate i ritrosi: provate anche voi. Give tofu a chance! Ingredienti per 2 porzioniLEGGI TUTTO

Questo cuscus si prepara così velocemente… che vorrete farne subito un altro! Dovete solo coordinare un po’ di padelle, ma sarà un gioco da ragazzi. 😉 Ha tanti sapori buoni di questo periodo: broccoli colorati, cavolo nero, carotine, ma anche ceci, pomodorini secchi e zenzero. E sto più io a scriverlo che voi a prepararlo, garantito! 😉 Per 3/4 persone: 120 g di cuscus integrale 1 broccolo abbastanza grande 5-6 foglie di cavolo nero 120 g ceci lessati 1 carota 1 zucchina 1 manciata di pomodori secchi 1 cubetto di zenzero fresco (circa 2 cm di lato) qualche rotella di cipolla o di porro acquaLEGGI TUTTO

Questa è la pasta più facile del mondo. È piena di proteine vegetali, perché è pasta di lenticchie, ed è a base dello spettacolare kale, il cavolo nero che io tanto amo per la sua versatilità e il sapore inconfondibile – oltre che per le ottime proprietà nutrizionali. Per 2 persone pasta (quanta ne volete) (e se volete di lenticchie benissimo) un mazzetto di cavolo nero (almeno 10-12 foglie) cipolla o porro per soffrittino sale un cucchiaio di salsa tahin un cucchiaio di salsa di soia olio evo un cucchiaio di olio di lino una spolverata di curcuma e pepe Mettete a bollire l’acqua conLEGGI TUTTO

Vi propongo una versione autunnale della caponatina classica al tempeh che vi avevo raccontato qualche mese fa. E anche questa versione vi farà venire voglia di mangiarne a secchiate: è un piatto veramente goloso, preparatevi. Il tempeh. Tra i vari derivati dalla soia, il tempeh è l’unico che mi piaccia davvero molto. Se non amate tofu e seitan, il tempeh potrebbe fare per voi: io lo trovo delizioso, ha un sapore gustoso, che potrebbe ricordare il mais, e una consistenza che non ha nulla a che fare con i gommosi seitan e tofu. Dategli una chance: l’ho fatto anche io ed è stata una scopertaLEGGI TUTTO

Se volete bervi un bicchierozzo di freschezza, vitamine e liquidi, questo può fare al caso vostro. Potete “customizzarlo” come vi pare e piace. Così com’è, direi che è per palati forti, abituati a succhi di verdure. Però potete ammorbidirlo benissimo con della mela o dell’ananas o aggiungendoci un po’ di sciroppo d’agave o miele o un paio di gocce di stevia o come cacchio vi pare, insomma. Per fare questo vi servono un estrattore – e, nel mio caso, un frullatore. Ingredienti per un bel bicchierone: 5 foglie medie di cavolo nero 2 cetrioli una porzione di spinacini freschi 1 o 2 piccole radici diLEGGI TUTTO

Pensavate che vi lasciassi a San Patrizio senza qualcosa di verde? E senza qualcosa di golosissimo, dal sapore misterioso e affascinante? Eccoci qui con i nostri tenerelli, perfetti per un antipasto, un primo, un contorno o per essere divorati senza ritegno in numero considerevole. Dunque, per 6 stampini abbondanti (da muffin) 450 g circa di batate (patate dolci “americane”) 1 cucchiaio di semi di lino macinati da diluire in poca acqua un cespone di cavolo nero (che è VERDE, of course) sale, pepe, curcuma, curry, paprika e qualsiasi altro sapore vi piaccia per il cavolo nero per sfarinare gli stampini: farina di mais (ma fate come volete, sappiate cheLEGGI TUTTO