lenticchie

Come scalda un brodino… niente e nessuno! Se volete fare di lui un piatto unico vegano, completo ed equilibrato, non vi resta che aggiungerci delle semplici bontà, tipo? Stelline integrali, broccoli e lenticchie beluga! Pronti che si va! Per ogni porzione circa 600-700 g d’acqua 1 dado vegetale bio senza lieviti e senza altre schifezze (se non avete tempo di prepararvi un rapido brodo vegetale con porro, carota, sedano e finocchio, tipo) le cimette di mezzo broccolo 50 g di pasta “stelline” 50 g di lenticchie beluga (quelle nere che si cuociono velocemente) Per preparare le lenticchie: curry, curcuma, zenzero, porro o cipolla, mezza carota,LEGGI TUTTO

Anche se è estate, in questi giorni qui in Furlandia è un po’ freschetto. E se la cottura consigliata per le lenticchie le rende una poltiglia, be’, è l’occasione giusta per trasformare il contorno in una cremosa e densissima vellutata! 😉 Questo piatto è naturalmente: vegano senza glutine senza farinacei pieno di proteine vegetali Eccovi la ricettina volante per 500 g di lenticchie (vi vengono sicuramente 5-6 porzioni di crema di lenticchie) 500 g lenticchie un rettangolino di alga kombu trito di porro/cipolla sale, pepe, olio evo trito di erbe aromatiche: io avevo menta, basilico (+ basilico greco), rosmarino, timo, salvia curry (opzionale ma consigliato)LEGGI TUTTO

Nell’intervista che ci ha rilasciato poco tempo fa, lo chef Davide Larise ci ha anche regalato una ricettina semplice che a lui piace molto realizzare a casa. Ed ecco che abbiamo voluto provare una nostra declinazione. Riso e lenticchie alla Davide, dunque, versione Cencecicin 🙂 Tutto è cotto per assorbimento, così le sostanze nutritive non si disperdono. È inoltre un piatto unico interamente vegetale e naturalmente senza glutine. Per il riso 300 g riso thai integrale 650 g di acqua un cucchiaino di sale un cucchiaino d’olio sale alla fine, possibilmente agli agrumi, altrimenti normale aggiungendo un po’ di scorza di limone bio grattugiata finissimamente PerLEGGI TUTTO

Mi è venuta voglia di veg-burger, ma di quelli da preparare al volo. Quindi armiamoci di coppapasta e tanti legumi e partiamo! 🙂 1 confezione di lenticchie (240 g circa) 1 confezione fagioli neri oppure borlotti (240 g circa) semi di lino macinati 1 cucchiaio semi di girasole macinati 1 cucchiaio 1 zucchina tagliata a cubettini mezza cipolla (opzionale) limone scorza 3 cucchiai di lievito alimentare in scaglie 2 cucchiai di farina di ceci olio, sale, pepe, curry, curcuma, timo, prezzemolo, zenzero Tagliate a cubettini le zucchine (circa 2 cm di lato) e fatele saltare in padella con un po’ d’olio (e cipolla, se viLEGGI TUTTO

Se cercate un secondo vegetale squisitissimo, senza glutine e pieno di profumi esotici, l’avete trovato. È una semplice lenticchiata che potete anche proporre come contorno delizioso. Per una bella padellata (se poi avanza, si conserva in frigo e si mangia la volta dopo): 400/500 g di lenticchie un pezzettino di alga kombu o alloro 300 g circa di zucca 3 rotelle di porro o cipolla 3-4 cucchiai di salsa di soia 1 cucchiaio di sciroppo d’acero, d’agave, di cocco oppure miele 3 cucchiai di cocco rapè zenzero, curry, rosmarino tritato, prezzemolo tritato (anche secco) sale e pepe qb Per le lenticchie. Se avete quelle secche,LEGGI TUTTO

È praticamente il risultato di una cena degli avanzi. Avevamo cucinato una tonnellata di lenticchie la sera prima e non eravamo riusciti a finirle. Quindi ho pensato che fossero troppo poche per soddisfare una cena intera e che necessitassero di un accompagnamento veloce (perché non c’avevo granché voglia di cucinare). E quindi crepes! Queste buonissime sono fatte con la farina di ceci (che mi stava scadendo e ho salvato in extremis 🙂 ) e il rosmarino: semplicissime e di sicura bontà. Per una cena vegana gluten free senza frumento facilissima da preparare buona per tutti piena di proteine vegetali Qui le dosi per due persone:LEGGI TUTTO

Questi ravioli sono molto versatili, l’impasto è elastico anche se sono fatti senza uova, perciò risultano molto più leggeri e si possono abbinare a qualsiasi ripieno. Io ho optato per un delicato ripieno di zucca e parmigiano (nella ricetta vi propongo anche una variante vegana senza formaggio), ma li ho accompagnati con un ragù vegan di lenticchie beluga (quelle piccole e nere, come Calimero) dal gusto deciso. Sono praticamente un piatto unico, che vi fa primo e secondo insieme. Potete prepararli e conservarli in freezer, poi estrarli solo quando dovete cuocerli e bollirli direttamente, appena estratti dai ghiacci. 🙂 Per 4 persone. Per i ravioliLEGGI TUTTO

Quando-amo-le-verze. Dalla mia “spacciatrice” di verdura di fiducia (Favolorto di Colloredo di Monte Albano), l’altro giorno, ne avevano di prodigiose, piccole ma saporitissime, così ci siamo messi all’opera per un bel piattone soddisfacente. Oltre alle verze abbiamo preparato delle polpettine di lenticchie, formate a quenelle usando due bei cucchiai. Se non sapete fare le quenelle, fate pure delle palline oppure ancora servitevi del “fa-palle” del gelato, che vi torna utilissimo per fare questa operazione e dare una forma simile. Se volete provare, è comunque facilissimo, basta prendere la mano e dotarsi di due cucchiai. Così. 🙂 Ah, by the way: questo piatto è gluten free,LEGGI TUTTO

Un esperimento di ieri sera, sorprendentemente e orgoliosamente riuscito. Queste lenticchie sono una bomba di bontà e fascino avvolgente. Per 3-4 persone vi servono: Circa 500 g di lenticchie 1 pera media 1 piccola carota o 1 pezzetto da circa 5 cm di daikon 2 cucchiai di salsa di soia una spolverata di curcuma e pepe e di rosmarino tritato Olio evo Opzionale: 1 cucchiaio raso di sciroppo d’acero scorza gattugiata di mezzo limone Se avete scelto le lenticchie secche, risciacquatele e seguite le istruzioni per lessarle: di norma vanno in acqua fredda leggermente salata e fatte sobbollire per 30-35 minuti dall’ebollizione. Poi potete scolarle.LEGGI TUTTO

Ma che bontà questa cremina qua! Ha davvero un sapore originale e in più è vellutatissima. Ma la bellezza è che è salata, sì, ma anche dolce, grazie alla batata (patata dolce, appunto) e alle carote. Su, non aspettate, leggete le istruzioni e mettetevi ai fornelli. Con queste dosi fate circa 3 scodelle, mantenendo la crema molto densa. Se invece vi piace più liquida, be’, non vi resta che mettere più acqua o allungarla alla fine prima dell’ultima frullata. Cosa c’è dentro: 1 patata dolce/batata grande (o 2 normali) 4 patate piccole o 2 normali 4 carote 250 g di lenticchie (anche 1 lattina diLEGGI TUTTO

È caldo, caldo, caldo, lo sappiamo tutti. Ma non si può mica rinunciare a qualche salutare golosità in padella, no? Tanto più che questa cremina può essere servita e pappata tiepida, così siamo tutti contenti. Inoltre è: senza glutine senza latticini senza farinacei piena di proteine e vitamine Per 4 persone (ma vi avanza anche da stivare in freezer) vi servono: circa 250 g di lenticchie lessate circa 250 g di cannellini lessati 2-3 peperoni grandi gialli e rossi sale, pepe, olio evo zenzero, curcuma, curry, timo una manciata di basilico fresco tritato più qualche foglia intera per decorare i piatti cipolla (opzionale) Se nonLEGGI TUTTO

Pasticcio? Sì, ma di lenticchie! Ho provato queste nuove lasagnette verdi qui a destra: hanno un sapore superdelicato – ma se non volete provare, usate pure quelle a cui siete abituati (però io vi consiglio vivamente di osare). Per una teglia (4 strati): 2 bottiglie di passata di pomodoro (550 g+500g). Io ho scelto queste bio 1 confezione di pasta da lasagne 4 zucchine medio-piccole basilico tritato, pepe, peperoncino, sale, olio evo e aglio o cipolla di base se siete abituati a fare un soffrittino formaggio grana/pecorino oppure un’alternativa vegana che io ho preparato frullando 100 g di mandorle, 5 cucchiai di lievito alimentare inLEGGI TUTTO

No, non è un refuso. Il leg-burger si scrive così ed è prorio un piatto CenceNuje, ma di grandissima soddisfazione e con tante proteine: perché è fatto di leg-umi e senza alcun cereale aggiunto o farinacei, così accontentate anche chi ha qualche particolare esigenza alimentare. Tutto quello che vi serve per stare bene, con niente sforzo e pochissimi ingredienti. Io l’ho accompagnata con quella che possiamo chiamare una tartare di verdure crude, fatta con peperoni, carote e zenzero fresco, che sta benissimo a fianco, ma anche sopra il legburger, se decidete di mangiarvelo con il pane. Dunque, per il vegburger: con queste dosi ve ne vengono 9 conLEGGI TUTTO

Sono partita da un avanzo (circa un piatto) di orzo e lenticchie verdi preparato il giorno prima. Quindi se non vi avanza, vi tocca prepararvelo a parte, ma basta l’orzo. Cominciamo dunque dall’inizio. Con queste dosi riuscite a fare una decina di palloncini (la forma è quella del “fapalle” del gelato). Può essere un antipasto, un secondo, un contorno. È bello proteico e si può accompagnare bene con la valeriana o gli spinacini, per una decorazione bella e salutare. orzo 80 grammi circa lenticchie (una scatola, circa 250 g) 3 pacchetti di craker integrali miscela COPeTS zenzero, fresco grattugiato o in polvere 3 cucchiai rasi di semiLEGGI TUTTO