vegan recipe

  Questo è un piatto semplice, buonissimo, interamente vegetale, senza farinacei, senza glutine e insomma che volete di meno – e dunque di più? 🙂 Per 3 persone 15 friggitelli (se ne volete 5 a testa, ma potete anche farne di più) 250 g di ceci lessati bio 250 g circa di datterini, meglio ancora se di colori diversi qualche rotella di porro o cipolla curry, pepe, sale, olio evo basilico due cucchiai di concentrato di pomodoro qualche manciata di pistacchi triturati per decorare (facoltativo) Lavate bene i friggitelli e i datterini e risciacquate i ceci se li avete presi in lattina (oppure metteteli inLEGGI TUTTO

Sfogliando un numero passato della bellissima rivista Cucina Naturale, sono rimasta colpita dall’erbazzone e così ne ho fatto un in versione mia, usando le dosi uguali uguali per l’impasto, che difatti è venuto perfetto. Ne ho realizzato una versione completamente vegetale con cime di rapa e tempeh marinato, molto profumata e saporitissima. Ne mangerei di continuo! Fame anche voi? Allora seguite le istruzioni! 🙂 Per l’impasto: 300 g farina di grano duro 3 cucchiai d’olio 130 g di acqua tiepida 4-5 g di sale Per il ripieno 6-700 g di cime di rapa (foglie e parte del gambo più morbida) 75 g di tempeh curcuma,LEGGI TUTTO

Anche se è estate, in questi giorni qui in Furlandia è un po’ freschetto. E se la cottura consigliata per le lenticchie le rende una poltiglia, be’, è l’occasione giusta per trasformare il contorno in una cremosa e densissima vellutata! 😉 Questo piatto è naturalmente: vegano senza glutine senza farinacei pieno di proteine vegetali Eccovi la ricettina volante per 500 g di lenticchie (vi vengono sicuramente 5-6 porzioni di crema di lenticchie) 500 g lenticchie un rettangolino di alga kombu trito di porro/cipolla sale, pepe, olio evo trito di erbe aromatiche: io avevo menta, basilico (+ basilico greco), rosmarino, timo, salvia curry (opzionale ma consigliato)LEGGI TUTTO

Questo cuscus si prepara in una mezz’oretta, ma la cosa lunga è tagliare le verdurine. Per il resto facile e velocissimo con la ricetta che vi propongo senza perdere altro tempo. 250 g di cuscus (sapete che io prediligo quello Altromercato perché ha i grani più cicciotti) curcuma 1 cucchiaio raso curry un cucchiaino una grattugiata di pepe   Due carote viola medie (vanno bene anche quelle arancioni, ma le viola danno un bel colore) una manciata di pomodorini secchi 240/250 g di ceci lessati porro o cipolla una manciata di mandorle un ciuffetto di menta un ciuffetto di prezzemolo fresco o secco una spolverataLEGGI TUTTO

Gustosa, cremosissima, vi riscalda e vi nutre, senza appesantirvi e facendovi tanto bene. Dai che il lunedì comincia in purezza (per la puzza però non posso farci niente 😀 )! 600 g circa tra cavolfiore e cavolo romano, mondati e tagliati a cimette 1 porro piccolino (altrimenti ne basta una metà) sale, pepe, curry circa 20 g olio evo sesamo nero facoltativo per guarnire Lavate e tagliate a cimette i vostri cavoli, rimuovendo solo la parte troppo dura. Potete invece usare le foglie, ben lavate e tagliate a pezzettini. Sminuzzate il porro grossolanamente, comprese le foglie verdi: io ne avevo uno piccolissimo e tanto dolceLEGGI TUTTO

Un esperimento di ieri sera, sorprendentemente e orgoliosamente riuscito. Queste lenticchie sono una bomba di bontà e fascino avvolgente. Per 3-4 persone vi servono: Circa 500 g di lenticchie 1 pera media 1 piccola carota o 1 pezzetto da circa 5 cm di daikon 2 cucchiai di salsa di soia una spolverata di curcuma e pepe e di rosmarino tritato Olio evo Opzionale: 1 cucchiaio raso di sciroppo d’acero scorza gattugiata di mezzo limone Se avete scelto le lenticchie secche, risciacquatele e seguite le istruzioni per lessarle: di norma vanno in acqua fredda leggermente salata e fatte sobbollire per 30-35 minuti dall’ebollizione. Poi potete scolarle.LEGGI TUTTO

Vi propongo una versione autunnale della caponatina classica al tempeh che vi avevo raccontato qualche mese fa. E anche questa versione vi farà venire voglia di mangiarne a secchiate: è un piatto veramente goloso, preparatevi. Il tempeh. Tra i vari derivati dalla soia, il tempeh è l’unico che mi piaccia davvero molto. Se non amate tofu e seitan, il tempeh potrebbe fare per voi: io lo trovo delizioso, ha un sapore gustoso, che potrebbe ricordare il mais, e una consistenza che non ha nulla a che fare con i gommosi seitan e tofu. Dategli una chance: l’ho fatto anche io ed è stata una scopertaLEGGI TUTTO

Ricominciamo con stile: dopo un weekend intensivo di corso di cucina con due superchef, come Davide Larise del Ristorante Joia e Fabio Castiglioni dell’Hotel Milano Scala, che ringrazierò sempre per la magnifica e proficua immersione nella cucina vegana più naturale e, al contempo, straordinaria. Bello anche incontrare due persone così professionali e insieme alla mano, dolci, simpatiche, piene di umanità e voglia di condividere il loro talento con grandissima generosità. GRAZIE! Insomma, non potevo rientrare e fare una pasta con sugo di pomodoro già pronto, no??? 😀 Ho fatto una cosa comunque super-facile, però facendo tesoro delle lezioni (e in particolare di una delle ricetteLEGGI TUTTO

Questi burger sono ottimi, si possono anche conservare in freezer e passati in padella diventano croccanti e buonissimi Per 6 burger 300 g di fagioli azuki (io ho preso quelli secchi e li ho fatti bollire per il tempo indicato sulla confezione. Potete anche prepararli uno-due giorni prima e poi conservarli in frigo fino a che li usate. Oppure usate i fagioli normali) 2 cucchiai di farina di grano saraceno 1 cucchiaio di farina di glutine (la trovate dove ci sono i preparati per seitan). In alternativa usate la maizena. sale pepe olio evo timo origano curry curcuma (e altre spezie a vostro piacere) qualcheLEGGI TUTTO

Fagioli edamame e pomodori rossi, tanto vi basta. Con questo ho accompagnato il mio “gelato” di cannellini. E con una crema di zucchine allo zenzero morbida e leggerissima.

È un piatto con tante proteine, in più è senza farinacei, senza frumento, senza latticini, vegano e glutenfree.LEGGI TUTTO

Ve lo rivelo: non è proprio un gelato. È una crema fresca e molto compatta, però, che può essere servita in coppetta proprio come un gelato. E quindi l’ho chiamata così. 🙂 È facilissima e si fa in un lampo se prendete una lattina di fagioli cannellini già lessati. I tempi saranno più lunghi invece in caso scegliate i legumi secchi o freschi. Questo piatto può essere un antipastino raffinato e proteico oppure un secondo, accompagnato da tante verdure spadellate o al forno. Inoltre è: vegano senza farinacei senza glutine pieno di proteine e profumi buoni Ingredienti per 2-3 persone una lattina di cannellini bioLEGGI TUTTO

Profumatissimo, questo cuscus, che ha dalla sua anche i grassi buoni buoni delle nocciole. Io uso quello di Altromercato, che è integrale e con i grani belli grossi. Per 4 persone 300 g di cuscus acqua quanto basta per coprirlo tutto (1 dito sopra la superficie) curry e sale grosso 4 zucchine 100 g di nocciole olio evo, sale, pepe, curcuma, pepe, basilico fresco triturato, zenzero fresco, timo   Mettiamo a bollire circa 1 litro d’acqua (ci servirà per il cuscus) Quindi dedichiamoci al sugo. Laviamo e tagliamo in verticale e poi a cubettini regolari le zucchine. Facciamo un leggerissimo soffritto grattugiando dello zenzero frescoLEGGI TUTTO

Io ve lo dico: provate a farli, perché sono facilissimi ma sono anche una cosa esagerata di sapore e cicciosità. È un “dolcetto” vegano di fronte a cui nessuno si tirerà indietro. Perché è proprio delizioso. Ed è proprio “ludro” (friulanismo per dire “buonissimo e zozzone”). 😀 Mi sono ispirata a questa sublime ricetta di Vegolosi, che ho un po’ adattato a modo mio. Non vi serve il forno, ma solo il frigo e l’unica cosa che dovete sciogliere è il cioccolato, a bagnomaria, sul fornello, oppure in microonde. Per una dozzina di Bounty Cocco grattugiato: 150 g 20-30 g di mandorle triturate 2-3 cucchiaiLEGGI TUTTO

  Il nicecream ci farà sentire meno in colpa per aver mangiato gelato, perché in pratica è fatto quasi interamente di frutta. Ok, banana. Ma non è che si può avere un gelato fatto d’aria, no??? Quindi procediamo, perché questo gelatone è buonissimo, anche in sostituzione di un pasto – e pure dopo pasto visto che non ha panna né latticini (e volendo neanche zuccheri). Per 2-3 porzioni vi servono 3 banane tagliate a pezzetti, congelati per almeno 4 ore qualche cucchiaio di latte di mandorle due cucchiai di cacao amaro cioccolato ridotto in scaglie o gocce di cioccolato (mettetelo in freezer per un’oretta primaLEGGI TUTTO

Quando vi invitano a una grigliata e non mangiate carne… beh, portate voi gli arrosticini! Li ho scoperti grazie al libro dello chef Martino Beria di Vegano Gourmand, con cui in ottobre farò un corso di cucina (non vedo l’ora!). E mentre li preparavo, stupivo: di aspetto sono IDENTICI agli arrosticini normali, ma davvero ugualissimi e ve lo dimostro con le foto che pubblico in questo post. In ogni caso, ho seguito la ricetta pressoché pedissequamente, ho solo usato un po’ di cardamomo al posto del cumino, che non avevo, e aggiunto un sale superspeciale che ci ha portato un’amica, appena rientrata dall’Islanda. Nonché laLEGGI TUTTO

Per fare questi spaghetti crudisti (e anti-calura) non ci vuole un genio: vi basta il giusto argagn, come si dice in Friulandia. Vi basta, cioè, questo attrezzo con lame affetta-verdure, che vi permette di “srotolare” le vostre zucchine in lunghi spaghettoni. Poi bisogna saperli condire con un sughetto come si deve, certo. Ed ecco che arriva cencecicin con una piccola e semplice idea: un hummus a base di zucchine, tahina, zenzero e basilico fresco. E pur stando leggeri vi sazierete in modo salutare e golosissimo. Questo sapido piattone è peraltro: gluten free /senza glutine grain free /senza farine-cereali dairy free / senza latticini raw/crudista veganLEGGI TUTTO

Ah, mangiare solo verdure, che tristezza! L’ho già detto? Cerrrto che sì. Ma eccovene un altro esempio, come sempre da leccarsi la punta del naso (se e siete capaci vi invidio). Bello vero? Le istruzioni per l’uso – e l’abuso – sotto la foto, ça va sans dire… Eccoci, per 4 persone: Per il “punto”: 1 latta di fagiolini neri bio (250 g circa) 1 latta di ceci bio 2 zucchine 2 peperoni verdi sesamo (nero fa più contrasto) olio, sale, pepe, curcuma, curry, basilico fresco sminuzzato, timo Per il “tratto”: una cofana di cicoria (3 cesponi circa) olio, sale, peperoncino + aglio (opzionale) PerLEGGI TUTTO